Chi siamo

Il centro è rappresentato da due specifici organi: il Direttore e il Consiglio del Centro. Il Direttore è il  Prof. Ruggero Bettini, che ha rappresentanza di Biopharmanet-TEC e si relaziona con soggetti interni ed esterni. Ha inoltre responsabilità amministrative e di controllo, di coordinamento scientifico e di mantenimento dei requisiti di accreditamento.

Il Consiglio del Centro ha funzioni consultive e propositive, di indirizzo strategico e approvazione della programmazione finanziaria, ed è costituito dal Direttore del Centro, dai Direttori dei dipartimenti afferenti (o loro delegati) e dai Ricercatori aderenti.

Altre figure del centro sono:

Vice Direttore, in nomina.

Coordinatore amministrativo, Dr.ssa Elena Boni, svolge gli adempimenti amministrativi e contabili e dà supporto al Direttore.

Responsabile Audit Interno, in nomina.

Responsabile Marketing & Relazioni Esterne, Dr. Marina Cassano, ha in carico la gestione della comunicazione, delle relazioni con il sistema imprenditoriale e dei contatti con gli altri membri della Rete Alta Tecnologia.

Responsabile Sistema Qualità, Prof. Fabio Sonvico, controlla la corretta applicazione delle procedure definite per la gestione del Centro, gestisce il Manuale di Accreditamento e analizza i dati sulla soddisfazione dei clienti, proponendo azioni correttive e di miglioramento per le attività del Centro.

Ognuna delle 5 Unità Operative del centro presenta specifiche competenze e una diversa gamma di servizi offerti:

UO DRUG DISCOVERY

Questa UO si occupa di progettazione, ottimizzazione della struttura, sintesi e dosamento di composti di interesse terapeutico. In particolare, l’UO offre competenze di chimica farmaceutica, nei suoi aspetti computazionali (ricerca e progettazione di nuove molecole bioattive, valutazione in silico dei rischi tossicologici), sintetici (messa a punto della sintesi di nuovi composti, produzione di lotti di composti per studi in modelli animali) e bioanalitici (dosamento in fluidi biologici, valutazione di parametri farmacocinetici e degradazioni metaboliche di farmaci).

UO DRUG DELIVERY e TECNOLOGIE DI PROCESSO

Questa UO si occupa di drug delivery applicata alla ricerca industriale e allo sviluppo competitivo. Gli studi includono aspetti relativi alla formulazione, allo sviluppo industriale e alla produzione di medicine. Le competenze di questa UO sono relative alla pre-formulazione e alla formulazione di forme farmaceutiche per le applicazioni orali, trans dermiche, oculari, nasali e polmonari, nonché la loro valutazione in vitro.

UO FARMACOLOGIA

Questa UO si occupa di Farmacologia Cellulare e di Farmacologia e Tossicologia Sperimentale. Nello specifico, il laboratorio di Farmacologia Cellulare offre competenze inerenti allo studio dei processi cellulari coinvolti nell’aterosclerosi. I progetti più rilevanti riguardano l’approfondimento dei meccanismi che regolano il metabolismo lipidico e la loro modulazione farmacologica, con particolare attenzione alla valutazione della funzionalità delle HDL e del trasporto inverso del colesterolo. Questi studi sono condotti sia in modelli cellulari in vitro che in modelli sperimentali in vivo. Le competenze che il laboratorio di Farmacologia e Tossicologia Sperimentale offre sono relative allo svolgimento di indagini farmacologiche, tossicologiche e farmacocinetiche in roditori con specifiche competenze su aspetti legati al tratto gastrointestinale, all’emostasi, a stati infiammatori/algesici, ad alterazioni comportamentali. Oltre alla disponibilità di modelli sperimentali in vivo sono realizzati approfondimenti sui meccanismi d’azione in tessuti, cellule e colture cellulari.

UO MEDICINA E CHIRURGIA SPERIMENTALE

Questa UO lavora nell’area di ricerca traslazionale del carcinoma polmonare e mammario. Nello specifico, l’UO si occupa, in collaborazione con gruppi nazionali ed internazionali, di studiare terapie a bersaglio molecolare in modelli preclinici di polmone e mammella, e nuove strategie per superare i meccanismi di resistenza a tali trattamenti.

UO BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE

Le competenze che questa UO offre riguardano: i) la genomica funzionale e le sue applicazioni in ambito farmaceutico/tossicologico; ii) la progettazione e la realizzazione di prototipi di vaccini peptidici ricombinanti e la loro validazione preclinica in modelli animali di patologie amiloidi (malattia di Alzheimer) e infettive (Papillomavirus umano) di marcato interesse clinico-terapeutico, iii) l’espressione, purificazione e caratterizzazione di proteine target e di proteine terapeutiche; iv) la coniugazione di proteine con polietilene glicole e sonde fluorescenti; v) l’incapsulazione di proteine in matrici biodegradabili; vi) la valutazione mediante metodi spettroscopici della stabilità di formulati,  vii) proteomica di liquidi biologici e tessuti e viii) lo sviluppo di sostituti del sangue basati su emoglobine modificate. In particolare, questa UO operativa si occupa: i) dell’elaborazione, consultazione e sfruttamento a fini applicativi di banche-dati genomiche; ii) di analisi trascrittomiche applicate a microrganismi probiotici e a patologie umane di marcato interesse clinico; iii) di genomica microbica e sfruttamento per fini applicativi, anche di tipo immuno-terapeutico, di microorganismi “utili”, in particolare batteri gram-positivi approvati per uso umano (e.g. Lactococcus spp.); iv) dello sviluppo di soluzioni ottimizzate per la produzione su media-scala di proteine ricombinanti utilizzabili come vaccini o per la produzione di anticorpi per uso diagnostico, di proteine (“lectine”) dotate di proprietà antivirali, impiegabili come “microbicidi” per uso topico, e di proteine target di farmaci e di proteine terapeutiche; v) la determinazione della stabilità di proteine e dell’attività catalitica di enzimi mediante saggi continui e discontinui; vi) della preparazione di proteine coniugate a ridotta immugenicità ad elevata biodisponbilità; vii) la determinazione delle curve di legame di emoglobine; viii) l’analisi mediante 2D-PAGE e LC/MS di liquidi biologici e tessuti per discovery proteomics, differential proteomics e functional proteomics con identificazione delle proteine separate.