Unità operative

Il Centro Interdipartimentale per l’Energia e l’Ambiente (CIDEA) è stato istituito nel 2008 presso l’Università degli Studi di Parma al fine di organizzare ed integrare le competenze e le conoscenze esistenti presso l’Ateneo nell’ambito dell’Energia e dell’Ambiente.

Dal 2017 afferiscono al Centro i seguenti Dipartimenti:

  • Dipartimento di Ingegneria e Architettura
  • Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale
  • Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali
  • Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco
  • Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche ed Informatiche

CIDEA fornisce supporto alle attività di ricerca e sviluppo sulle Fonti di Energia Rinnovabile, sui processi per la generazione, conversione, trasmissione, gestione ed utilizzazione dell’Energia, sugli Impatti sull’Ambiente e sulla loro mitigazione. Le competenze scientifiche e tecnologiche disponibili presso CIDEA spaziano dall’Ingegneria, all’Economia, alle Scienze Ambientali, alla Chimica, alla Fisica ed alla Matematica.

Il Centro è strutturato in cinque Unità Operative:

  1. Energia: Fonti Energetiche primarie; Smart Energy Systems: sistemi e reti energetiche complesse; generazione, conversione, trasmissione, stoccaggio ed utilizzazione dell’Energia; emissioni ed impatti sull’Ambiente; Materiali Innovativi per la generazione, l’harvesting e lo storage.
  2. Ambiente: Valutazione degli Impatti sull’Ambiente e sugli esseri viventi; metodologie, soluzioni, tecnologie di mitigazione; difesa della Biodiversità; soluzioni per la Sostenibilità; processi biologici per la conversione e la depurazione; ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse e dei processi.
  3. Economia: Analisi e valutazione dei costi ambientali ed economici delle filiere energetiche; filiere agroenergetiche e relative politiche di sviluppo; LCA e analisi costi-benefici delle fonti di energia rinnovabile; Green marketing; Sviluppo sostenibile delle attività produttive e delle aree rurali.
  4. Acque: Ciclo idrico integrato; Gestione delle risorse idriche e contrasto alle crisi idrogeologiche; Agricoltura di precisione; Cambiamenti Climatici; Gestione del Rischio di Alluvione; Sistemi di controllo delle piene.
  5. Dati: Metodi e soluzioni per la definizione, l’acquisizione e la gestione dei dati energetici (quali indicatori di prestazione) ed ambientali (quali indicatori degli impatti); Sviluppo di soluzioni Internet-of-Things (IoT); Monitoraggio ambientale outdoor e indoor.
UNITÀ OPERATIVA SEDE RESPONSABILE ATTIVITÀ E COMPETENZE
Energia Dipartimento di Ingegneria e Architettura

Università di Parma

prof. Mirko Morini

+39 0521 905714

mirko.morini@unipr.it

Studio, analisi, progettazione, simulazione ed ottimizzazione dei sistemi e delle filiere dell’energia, con particolare riguardo a:

•        fonti energetiche primarie: valutazione tecnica, economica, logistica delle fonti energetiche primarie rinnovabili e non;

•        processi di conversione: studio ed ottimizzazione dei processi di conversione energetica e dei processi di combustione, soluzioni per il miglioramento dell’efficienza ed il risparmio energetico;

•        materiali innovativi per produzione di energia da fonti alternative e rinnovabili: studio e caratterizzazione di materiali (organici ed inorganici) per applicazioni fotovoltaiche, magnetocaloriche e sensoristiche;

•        utilizzazione dell’energia: riduzione dei consumi energetici attraverso il miglioramento dell’efficienza energetica nei diversi settori, dal civile ai trasporti;

•        sistemi di accumulo: soluzioni per l’accumulo di energia termica, meccanica ed elettrica;

•        sistemi di geotermici: a bassa entalpia: esplorazione su base idrostratigrafica delle potenzialità geotermiche del sottosuolo padano; valutazione del potenziale energetico della serbatoi geotermici; sfruttamento dellenergia geotermica a bassa entalpia mediante pompe di calore;

•        sistemi per cogenerazione e trigenerazione: simulazione sia energetica che economica di sistemi cogenerativi e trigenerativi in relazione alle caratteristiche delle utenze;

•        audit energetico: metodologie e metodi per l’applicazione di tecniche di audit energetico per utenze sia industriali che civili, valutazione dei consumi energetici, acquisizione ed elaborazione di dati relativi ai consumi energetici.

Ambiente Dipartimento Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale

Università di Parma

prof. Marco Bartoli

+39 0521 905048

marco.bartoli@unipr.it

Campo abiotico

•        Misura in sito dei parametri chimico-fisici base delle acque (T, pH, conducibilità);

•        Rilevazioni piezometriche degli acquiferi sotterranei in aree di pianura;

•        Realizzazione di sezioni idrostratigrafiche in aree di pianura;

•        Definizione dei modelli idrogeologici dei serbatoi idrici sotterranei;

•        Studi per la razionalizzazione dei prelievi ed il dimensionamento delle aree di salvaguardia degli acquiferi; Stesura e valutazione dei progetti di Piano per l’Assetto Idrogeologico (PAI);

•        Stesura e valutazione dei progetti per la mitigazione del Rischio Idrogeologico;

•        Stesura e valutazione dei progetti di riqualificazione fluviale;

•        Analisi granulometrica e petrografica integrata per la valutazione della compatibilità dei materiali di dragaggio e di cava da usare per il ripascimento/la ricostruzione di ambiti antropici;

•        Analisi granulometrica di alta precisione di sedimenti sciolti; Analisi petrografica su preparati in grani (stereoscopio) e in sezione sottile (microscopio polarizzatore) delle sabbie; Analisi di forma e arrotondamento dei costituenti di ghiaie e sabbie;

•        Realizzazione di cartografie geologiche tematiche di supporto per le opere pubbliche e per l’esplorazione e lo sfruttamento delle georisorse;

•        Sviluppo di cartografie numeriche georeferenziate del territorio e loro visualizzazione tridimensionale.

Campo biotico

•        Valutazione degli impatti sull’ambiente e sugli esseri viventi: procedure e metodologie per la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e lo Studio di Impatto Ambientale (SIA), valutazione degli effetti degli agenti inquinanti sull’atmosfera, sull’idrosfera e sulla geosfera; studio della risposta degli organismi vegetali (piante, licheni, ecc.) agli agenti inquinanti.

•        Vlutazione dei costi ambientali legati al rilascio di agenti inquinanti nell’ambiente

•        Metodologie, soluzioni, tecnologie di mitigazione per ridurre gli impatti

•        Valutazione economica delle scelte: Analisi dell’impatto degli strumenti di mercato e di politica economica sulle risorse energetiche e sull’ambiente.

•        Studi della biodiversità vegetale: identificazione e raccolta di germoplasma autoctono a rischio di estinzione di specie economiche e studio delle sue caratteristiche di adattamento ad ambienti diversi; conservazione ex situ finalizzata alla moltiplicazione di specie vegetali a rischio d’estinzione (ad es. mediante micropropagazione).

Economia Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali Università di Parma prof. Mario Veneziani

+39 0521 032497 mario.veneziani@unipr.it

•        Filiere agroenergetiche: valutazione dei rapporti contrattuali tra operatori nello sviluppo di nuove filiere agroenergetiche; valutazione del comportamento dei produttori agricoli in relazione a possibili cambiamenti nel mercato delle produzioni agricole con attitudine energetica; analisi delle convenienze ad introdurre nuove produzioni con indirizzo energetico nei differenti settori agricoli;

•        Filiere petrolifere: valutazione delle relazioni tra operatori nello sviluppo di attività legate alla produzione e distribuzione di prodotti petroliferi;

•        Politiche energetiche: valutazioni economiche e finanziarie degli effetti delle politiche di incentivazione delle energie ottenute da risorse rinnovabili; ricostruzione attraverso l’uso di modelli

•        Quantitativi delle politiche pubbliche a favore delle energie rinnovabili; analisi di impatto attraverso lo sviluppo e l’implementazione di modelli di programmazione matematica sia di tipo settoriale che di tipo aziendale;

•        Green marketing: analisi e valutazione dei marchi e dei percorsi di certificazione ambientale associati all’impiego sostenibile delle risorse agricole (agricoltura biologica e integrata, sistemi di agricoltura sostenibile) e ambientali (ISO14000);

•        Sviluppo sostenibile dell’attività produttiva: valutazione delle ricadute delle politiche energetiche e delle politiche di sviluppo sulle filiere dell’industria legate alle fonti rinnovabili;

•        Sviluppo sostenibile delle aree rurali: valutazione delle politiche di sviluppo rurale finalizzate a creare condizioni di sostenibilità economica, sociale e ambientale nelle aree rurali.

Acque DipartimentoDipartimento di Ingegneria ed Architettura

Università di Parma

prof. Paolo Mignosa+39 0521 905714

paolo.mignosa@unipr.it

•        Acquisizione, elaborazione e gestione dei dati ambientali, quali indicatori degli impatti: sviluppo di metodologie di acquisizione e gestione dei dati relativi alle diverse matrici ambientali (atmosfera, litosfera superficiale, acque superficiali e sotterranee, biosfera), archiviazione e costruzione di data base di dati ambientali di supporto alle attività di ricerca citate ed a disposizione dei soggetti interessati;

•        Caratterizzazione elettro-ottica di materiali semiconduttori e isolanti per applicazioni fotoniche, elettroniche, sensoristiche: spettroscopia e microspettrometria a trasformata di Fourier; analisi ottiche in assorbimento e riflessione (anche in riflettenza diffusa) nelle regioni spettrali IR-VIS-UV su materiali in fase solida, polveri, liquidi o gas, fotoluminescenza, elettroluminescenza e fotoconducibilità, misure a 4 punte di resistività elettrica e mobilità dei portatori di carica (10÷700 K), misure di ammettenza (20÷1MHz).

•        Caratterizzazione magneto-termica di materiali magnetici per applicazioni nella refrigerazione magnetica e sensoristiche: suscettometria AC e DC (0.01Hz÷10kHz), misura curve di magnetizzazione isoterme e iso-campo (2÷400K e 0÷5T), misura in campo magnetico della capacità termica (240÷400K), della variazione adiabatica di temperatura (78÷360K) e della conducibilità termica (10÷500K).