Il Server Irriguo ALADIN – Agroalimentare IdroIntelligente

 

Il progetto Agroalimentare Idrointelligente – ALADIN, cofinanziato dai Fondi Europei della Regione Emilia-Romagna (POR-FESR 2014-2020), ha visto un’intensa attività di ricerca e sperimentazione durata oltre due anni (2016-2018) e condotta da una dozzina tra partner scientifici e aziende del settore.

Il progetto è stato gestito da CIDEA Parma in collaborazione con T&A tech, CER, CRPA Lab, SSICA, UniBO, Arpae, Stuard.

ALADIN ha integrato protocolli operativi e nuove tecnologie meccaniche e informatiche per l’irrigazione a rateo variabile, creando le condizioni per l’irrigazione di precisione delle colture intensive di pieno campo, mais e pomodoro in particolare in quanto oltre ad essere coltivazioni idroesigenti presentano anche delle problematiche di qualità connesse alla disponibilità idrica nel corso del loro ciclo di sviluppo.

Le attività delle diverse linee di lavoro del progetto sono venute a sintesi nel prototipo di Server Irriguo Aladin che realizza l’irrigazione intelligente/smart a rateo variabile in modo automatico.

Il Server Aladin realizza un protocollo irriguo che si avvale di due servizi esterni. Il primo riguarda il rilevamento dell’esigenza idrica delle colture attraverso dei sensori a terra, un drone (UAV) o un satellite (Sentinel2). Il secondo è rappresentato dal servizio Irrinet del CER, che tratta i dati dell’esigenza idrica e restituisce una “ricetta irrigua” variabile.

ALADIN dopo aver sviluppato e validato soluzioni innovative di tipo sensoristico di pieno campo per il monitoraggio dello stress idrico delle colture, ha messo a punto tecnologie per il rilievo delle condizioni di sviluppo delle colture tramite telerilevamento da droni e/o satellite, per la produzione di mappe georeferenziate. Integrando queste ultime con il servizio di assistenza irrigua Irrinet e sviluppando nuove tecnologie per macchine irrigue semoventi, ha completato la sequenza funzionale attraverso un protocollo di irrigazione di precisione completamente automatico.

Per Informazioni e Approfondimenti:

Prof. Renzo Valloni – renzo.valloni@unipr.it

Prof. Agostino Gambarotta – agostino.gambarotta@unipr.it