30/4/2019: workshop conclusivo per i progetti RIFASA e Acchiappacarbonio finanziati dal Programma di Sviluppo Rurale dell’E.Romagna

Arrivano a conclusione due progetti PSR Regione Emilia-Romagna sull’agricoltura sostenibile e l’economia circolare, con un workshop che si terrà il 30 aprile al Centro Santa Elisabetta del Campus Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Parma.

I progetti RIFASA e Acchiappacarbonio, del Dipartimento SCVSA, coinvolgono il CIDEA perché entrambi hanno utilizzato il pirogassificatore sperimentale della ditta Iridenergy che è ora ospitato in SYMBIOSE.

I partner del progetto hanno coinvolto CIDEA in altre iniziative a livello europeo e regionale, perciò future attività in questo campo vedranno un ruolo importante per il Tecnopolo.

Ulteriori dettagli nel programma.

L’Università di Parma capofila del progetto italo-svedese DISTRHEAT per un teleriscaldamento più intelligente e sostenibile

Il Centro Interdipartimentale per l’Energia e l’Ambiente (CIDEA) dell’Università degli Studi di Parma coordinerà il progetto italo-svedese DISTRHEAT finalizzato allo sviluppo di sistemi per la gestione ed il controllo intelligente di reti di teleriscaldamento.

Il progetto DISTRHEAT (Digital Intelligent and Scalable conTrol for Renewables in HEAting neTworks), di cui è responsabile scientifico il prof. Mirko Morini, è stato finanziato nella RegSys Joint Call 2018 della ERA-Net (European Research Area Network) Smart Energy Systems. Il progetto avrà una durata di tre anni (dal 1 novembre 2019) con un budget complessivo di circa 1.3 M€ e vedrà il CIDEA capofila di una compagine mista accademica e industriale formata da Siram by Veolia (Italia), Mälardalen University (Svezia), Mälarenergi AB (Svezia) e First Control Systems AB (Svezia).

Partendo dalle precedenti esperienze sul controllo ottimizzato di piccole reti di teleriscaldamento sviluppate dal gruppo di ricerca del CIDEA e sulla gestione di grandi reti di teleriscaldamento cittadine della compagine svedese, il progetto ha come obiettivo lo sviluppo e la prototipazione di un sistema scalabile di gestione e controllo del teleriscaldamento basato su tecniche avanzate, quali il machine learning per la previsione della domanda di energia e il model predictive control per il suo soddisfacimento in maniera ottimizzata, che verrà applicato e verificato sul campo in due siti dimostrativi in Italia e Svezia.

L’utilizzo di queste tecniche permetterà di rendere il teleriscaldamento più resiliente ad una integrazione sempre più significativa delle fonti rinnovabili nell’ottica di una decarbonizzazione del settore del riscaldamento e del raffrescamento sostenibile ed economicamente conveniente.

Responsabile Scientifico

Prof Mirko Morini

mirko.morini@unipr.it


 

SEMINARI SUI SISTEMI DI POST – TRATTAMENTO DEI GAS DI SCARICO

Il 13 e il 14 dicembre si svolgerà un ciclo di seminari dedicati ai Sistemi di post-trattamento dei gas di scarico degli autoveicoli con la partecipazione del prof.Panayotis Dimopoulos Eggenschwiler, Leader Exhaust Aftertreatment Group di EMPA.

La partecipazione è gratuita.

Per info: prof.Agostino Gambarotta – email:agostino.gambarotta@unipr.it – Tel: +39 0521 905864

Programma: seminari-potis-2018


 

EVENTO SYNBIOSE 11 DICEMBRE 2018

Il giorno 11 dicembre alle ore 16:30 presso il Centro Congressi Santa Elisabetta del Campus dell’Università di Parma si terrà l’evento di presentazione del progetto Synbiose.

Synbiose è un progetto di ricerca cofinanziato dalla Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali che vede coinvolti l’Università di Parma con il Centro Interdipartimentale per l’Energia e l’Ambiente, il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Ferrara e Siram SpA.

Obiettivo del progetto è portare a maturazione la tecnologia della cogenerazione di piccola taglia alimentata da syngas da gassificazione di biomassa legnosa in modo che possa rappresentare per il settore del terziario una alternativa rinnovabile e affidabile all’utilizzo di fonti fossili per il soddisfacimento dei propri fabbisogni di energia elettrica e termica per il condizionamento ambienti.

Per Info e Programma:
evento-synbiose-111218


 

Il Server Irriguo ALADIN – Agroalimentare IdroIntelligente

 

Il progetto Agroalimentare Idrointelligente – ALADIN, cofinanziato dai Fondi Europei della Regione Emilia-Romagna (POR-FESR 2014-2020), ha visto un’intensa attività di ricerca e sperimentazione durata oltre due anni (2016-2018) e condotta da una dozzina tra partner scientifici e aziende del settore.

Il progetto è stato gestito da CIDEA Parma in collaborazione con T&A tech, CER, CRPA Lab, SSICA, UniBO, Arpae, Stuard.

ALADIN ha integrato protocolli operativi e nuove tecnologie meccaniche e informatiche per l’irrigazione a rateo variabile, creando le condizioni per l’irrigazione di precisione delle colture intensive di pieno campo, mais e pomodoro in particolare in quanto oltre ad essere coltivazioni idroesigenti presentano anche delle problematiche di qualità connesse alla disponibilità idrica nel corso del loro ciclo di sviluppo.

Le attività delle diverse linee di lavoro del progetto sono venute a sintesi nel prototipo di Server Irriguo Aladin che realizza l’irrigazione intelligente/smart a rateo variabile in modo automatico.

Il Server Aladin realizza un protocollo irriguo che si avvale di due servizi esterni. Il primo riguarda il rilevamento dell’esigenza idrica delle colture attraverso dei sensori a terra, un drone (UAV) o un satellite (Sentinel2). Il secondo è rappresentato dal servizio Irrinet del CER, che tratta i dati dell’esigenza idrica e restituisce una “ricetta irrigua” variabile.

ALADIN dopo aver sviluppato e validato soluzioni innovative di tipo sensoristico di pieno campo per il monitoraggio dello stress idrico delle colture, ha messo a punto tecnologie per il rilievo delle condizioni di sviluppo delle colture tramite telerilevamento da droni e/o satellite, per la produzione di mappe georeferenziate. Integrando queste ultime con il servizio di assistenza irrigua Irrinet e sviluppando nuove tecnologie per macchine irrigue semoventi, ha completato la sequenza funzionale attraverso un protocollo di irrigazione di precisione completamente automatico.

Per Informazioni e Approfondimenti:

Prof. Renzo Valloni – renzo.valloni@unipr.it

Prof. Agostino Gambarotta – agostino.gambarotta@unipr.it

 

 

Gestione efficiente e sostenibile delle risorse idriche in agricoltura: sistemi di irrigazione intelligente e riuso delle acque reflue

Si svolgerà il 7 Novembre dalle 9.30 alle 13.00 l’evento sulla gestione efficiente e sostenibile delle risorse idriche organizzato da Ecomondo in collaborazione con l’Università di Bologna, Università Politecnica delle Marche, ANBI, Confagricoltura, Horizon2020 SWAMP Consortium, Horizon2020 HYDROUSA Consortium.

Secondo quanto riportato dall’OCSE, l’agricoltura utilizza circa il 70% dell’acqua prelevata oggi nel mondo e contribuisce anche all’inquinamento delle acque dovuto ad eccessi di nutrienti, pesticidi e altri inquinanti. In uno scenario a breve-medio termine, la crescente pressione derivante dall’urbanizzazione, dall’industrializzazione e dai cambiamenti climatici genererà per il comparto agricolo una maggiore concorrenza per lo sfruttamento delle risorse idriche. Inoltre, il cambiamento climatico potrebbe influenzare l’approvvigionamento idrico per l’agricoltura attraverso una mutata distribuzione stagionale delle precipitazioni, nonché tramite una sempre maggiore incidenza e gravità degli eventi estremi quali alluvioni e siccità. La gestione sostenibile ed efficiente dell’acqua in agricoltura è pertanto fondamentale per aumentare la produzione agricola, garantire che l’acqua possa essere condivisa con altri utenti e mantenere i benefici ambientali e sociali dei sistemi idrici a servizio del settore agricolo. In tal senso, i Governi e la società devono migliorare la sostenibilità economica e l’efficacia ambientale delle politiche che mirano a incrementare l’efficienza nell’uso delle risorse idriche e a ridurre l’inquinamento idrico causato dai sistemi agricoli. Soluzioni eco-innovative e digitali, come il riutilizzo delle acque reflue e l’irrigazione di precisione, anche con l’utilizzo di tecnologie ICT e IoT, possono svolgere un ruolo importante per la sostenibilità del nesso acqua-energia-carbonio-cibo.

Per Informazioni e Iscrizioni: https://www.ecomondo.com/link/relatori/e10049991/aurora-seco.html

Progettare la Città Sostenibile: Distretti Energetici Intelligenti e Digitalizzazione

Si svolgerà l’8 novembre, dalle 14.00 alle 18.00, presso la Fiera di Rimini, l’evento finale del progetto Efficity gestito da Leap – Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza in partnership con CIDEA.

Il progetto è co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna tramite il programma POR FERS 2014-2020.

L’evento è gratuito.

Per info e iscrizioni: https://bit.ly/2Scu8bE

Programma completo: https://www.slideshare.net/CERRicerca/la-citt-sostenibile-distretti-energetici-intelligenti-e-digitalizzazione

 

Irrigazione di precisione ALADIN – Convegno conclusivo il 25 GIUGNO

Dopo oltre due anni di attività i ricercatori del progetto Agroalimentare Idrointelligente – ALADIN, cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (POR-FESR Emilia-Romagna 2014- 2020), presentano i loro raggiungimenti.

Il partenariato di ALADIN è costituito dal Centro CIDEA dell’Università di Parma (capofila), e da Terra&Acqua Tech Università di Ferrara, CRPA Lab Reggio Emilia, SSICA Parma e Consorzio CER Bologna, tutti appartenenti alla Rete Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna, da tre partner associati: Dipartimento di Scienze Agrarie Università di Bologna, Arpae Idro-Meteo-Clima Regione Emilia-Romagna e Azienda Agraria Sperimentale Stuard e da cinque imprese: AeroDron Srl, Sacmi S.C., RM Irrigation Spa, Tomato Colors S.C. e Startec Srl.

Dopo i saluti delle autorità verrà presentato il prototipo del Server Irriguo ALADIN che integra all’interno di una sequenza interamente automatizzata l’intera serie di attività che vanno dalla rilevazione dello stress idrico di una coltura al comando di una macchina irrigatrice che applica ricette irrigue a rateo variabile anche su piccoli appezzamenti.

Nella seconda parte del convegno i partecipanti si confronteranno su governance dell’acqua, possibilità di industrializzazione di nuove tecnologie per l’irrigazione e prospettive di adozione di nuovi servizi irrigui.

L’appuntamento è per lunedì 25 giugno 2018 alle ore 15:00 presso il Centro Sant’Elisabetta Pad 13 del Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma.

Programma: 20180625_aladin_conv_concl_programma_invito

Università di Parma a Research to Business (R2B)

Anche quest’anno l’Università di Parma partecipa da protagonista alla fiera Research to Business, in programma a Bologna al padiglione 33 di BolognaFiere il 7 e l’8 giugno. La manifestazione nasce per mettere in contatto innovatori, università, startup, istituzioni, imprese e mondo finanziario legati all’Emilia-Romagna.

La manifestazione vede la partecipazione di  Biopharmanet-Tec (Centro Interdipartimentale per l’Innovazione dei Prodotti per la Salute), Cipack (Centro Interdipartimentale sul Packaging), Comt (Centre for Molecular and Translational Oncology), Siteia.Parma (Centro interdipartimentale sulla Sicurezza Tecnologie Innovazione Agroalimentare) e Cidea, Centro Interdipartimentale accreditato per l’Energia e l’Ambiente.

Durante i 2 gg di Fiera saranno promossi i risultati raggiunti nell’ambito dei progetti finanziati ( POR FESR 2014 – 2020) dalla Regione Emilia Romagna che vedono la nostra Università in prima linea:

Per maggiori informazioni:

s://www.unipr.it/notizie/7-8-giugno-lateneo-research-business-r2b

Per richiedere un invito per accedere senza code a R2B collegarsi a: https://www.rdueb.it/invitation/rdueb18/9812603457.html

Characterizing and Modeling Ageing of Lithium‐ion Batteries

Si svolgerà il 30 Maggio, dalle 10.30 alle 12.30 presso Podere la Grande del Campus Universitario, il seminario diretto da  Philippe GYAN, sui fenomeni di invecchiamento delle batterie dei veicoli.

I principali argomenti trattati:

  • Electric vehicles development and challenges of battery ageing;
  • Overview of principal battery ageing mechanisms;
  • Battery ageing testing protocols for calendar and cycling ageing;
  • Development of battery ageing models in French and European Collaborative projects;
  • Simulations and durability strategies on usage scenarios;
  • State of Health estimation and secondary life applications.

Programma:

sembio_gyan